Simona Pedone

Simona Pedone

Simona ha cominciato a lavorare da alcune vecchie diapositive, quelle che si proiettavano sui muri bianchi della sala, quelle con le immagini della famiglia. È rimasta affascinata dal loro contenuto ma anche dalla loro forma esplicitamente protettiva, arcaica, insolitamente vicina ad alcune architetture di Renzo Piano come il Centre Pompidou e la Menil Collection. Il progetto è quindi una riflessione sul senso del tempo, sulla sua ambiguità ma anche sulla sua resilienza, sulla frantumazione della memoria e sulla ricostruzione, giorno per giorno, di un presente compiuto.

Simona Pedone

YKK sketch

Ho voluto dare un'idea funzionale ed estetica a due capi realizzati con tessuti prettamente tecnici,  le zip sono state adattate ai vari tagli di modellistica e di decostruzione dei capi scelti.  Il concetto delle collezione 71-83 archive che racchiude la necessita di portare con se nel tempo il ricordo attraverso l'estetica della sovrapposizione  viene messo in risalto attraverso l'uso degli accessori di chiusura negli inserti e nelle tasche, in modo da rendere visibile il dettaglio sartoriale e la costruzione dei volumi e forme dei capi.