Martina Trezzi

Martina Trezzi

Martina, per il suo progetto di tesi, si è voluta riavvicinare all’artigianato lombardo e a un’idea di manifattura dimenticata, i cesti di vimini intrecciati dalle mani rugose delle contadine padane o gli arazzi tessuti per i palazzi dei Visconti o dei Gonzaga. Dietro ognuno di questi oggetti c’è un operaio che è anche un artista, che si chiami falegname, restauratore, tornitore o pittore. Le loro divise sono il punto di partenza del progetto e tessuti poveri come il lino o il denim i tessuti di riferimento che intrecci, ricami, lavorazioni manuali trasformano in materia viva, contemporanea, costringendoci a riavvicinarci a una tradizione millenaria.

Martina Trezzi

YKK sketch

Nella mia collezione Handcraft composta da 8 outfit ne ho ideati due utilizzando principalmente le zip. In particolare nel primo outfit ho realizzato un bomber tagliato e sceso sulle spalle interamente costituito da zip intrecciate tra loro seguendo l’armatura “tela”. Per realizzare questo capo sono stati utilizzati ben 150 metri di zip. L’idea di partenza è stata quella di reinterpretare la manipolazione tessile distintiva della mia collezione tramite l’uso delle zip, dando cosi risalto all’utilizzo di questo accessorio che diventa parte principale del capo. I colori da me selezionati riprendono i toni del tessuto denim utilizzato per le maniche del bomber e più in generale anche per gli altri capi della collezione. Anche per il secondo capo ho utilizzato principalmente le zip per dar forma ad un corpetto rigido che segue le forme del corpo, l’utilizzo delle zip ha reso il capo particolare e d’impatto. I colori da me scelti per realizzare questo capo riprendono i toni del tessuto di lino che nei precedenti outfit viene tagliato e lavorato come fosse una maglia. L’intreccio di queste zip ricorda una maglia rasata reinterpretata in chiave moderna. L’idea di base per lo sviluppo di questi due outfit nasce ancora una volta dal mondo dell’artigianato , che mi caratterizza in quanto designer, e dall’utilizzo di materiali semplici. Manipolando questi materiali apparentemente semplici si vuole creare una trama particolare che rende ogni capo unico nel suo genere.