FRANCESCO SALVI

FRANCESCO SALVI

Francesco viene da Brescia, figlio di industriali tessili, con una gavetta da aiuto meccanico per la programmazione delle macchine da jersey nell’azienda di famiglia. Ha osservato attentamente l’apparente aridità del suo territorio fotografandone gli angoli più freddi, disumani, distanti.  Da quegli sguardi è nato un progetto di collezione uomo che lavora sull’idea di perfezione, di assenza di segni. Una devianza positiva dal caos della realtà. I suit maschili di cui si compone il progetto sono cuciti rispettando le più rigorose tecniche sartoriali ma la visione di Francesco, al limite del minimalismo, accoglie le istanze della contemporaneità e le usa per raccontare una storia incredibilmente nuova, una storia in cui industri e artigianato si incontrano per far emergere la personalità del singolo individuo.

FRANCESCO SALVI

YKK sketch

Per il progetto sponsorizzato dall’azienda giapponese YKK ho inserito i due prodotti più importanti del gruppo, il bottone automatico e la chiusura lampo. I capi nati da questa collaborazione sono stati progettati pensando e partendo della loro abbottonatura ed allacciatura la più innovativa ed efficace possibile per un uomo che si muove velocemente all’interno della città. I bottoni e le zip convivono con materiali italiani ed una realizzazione industriale con rifiniture e costruzioni sartoriali, mirati per un utilizzo continuo all’interno della città.